Come è cambiata la famiglia nel corso del tempo?

Come è cambiata la famiglia nel corso del tempo? La prima modifica importante è avvenuta con la legge n. 151 del 1975, la storica “Riforma del diritto di famiglia”. Vediamo i passaggi principali dell’evoluzione normativa.

Cosa leggerò in questo articolo?

  • Come è cambiata la famiglia? Le tappe principali
  • Unioni civili e genitorialità
  • Come è cambiata la famiglia? Il rapporto tra genitori e figli
  • Come è cambiata la famiglia? Il principio di uguaglianza all’interno della coppia

Come è cambiata la famiglia? Le le tappe principali

In passato la famiglia riconosciuta dalla legge era solo quella fondata sul matrimonio. Veniva concepita come un’entità superiore da tutelare, sopra-ordinata rispetto ai suoi componenti. Con il passare degli anni, la legge ha riconosciuto l’importanza fondamentale dell’individuo come persona valorizzandone la libertà anche nell’ambiente domestico. Ne è un esempio la legge n. 76 del 2016. Si tratta di una riforma importante, che tutela le unioni diverse dal matrimonio (convivenze di fatto e unioni tra persone di diverso sesso). Grazie a questa legge, oggi la famiglia può essere tutelata con:

Unioni civili e genitorialità

Secondo importanti studi scientifici, lo sviluppo equilibrato di un bambino dipende dalla serenità dell’ambiente familiare in cui vive e dalla qualità dei legami affettivi con le figure di riferimento.

La storia di Alessandro

In proposito, mi sembra interessante segnalare l’intervista ad Alessandro Savona, che insieme al suo suo compagno ha ricevuto in affido Marco. Nell’intervista, si legge che: “Dal 2013 il suo stato di famiglia include Marco, un ragazzo che lui e il suo compagno hanno avuto in affido, con un decreto che segna una svolta in Italia in materia di affidamento minorile. “Nel nostro paese” – dice Alessandro – “per le coppie omosessuali l’adozione è impossibile. È possibile invece ottenere l’affidamento, una soluzione che veramente in pochi conoscono”. Per sensibilizzare sull’argomento, Alessandro ha scritto il libro “Ci sono io”, edito da Dario Flaccovio Editore.

Come è cambiata la famiglia? Il rapporto tra genitori e figli

Secondo l’articolo 30 della Costituzione, entrambi i genitori hanno il diritto-dovere di mantenere, istruire ed educare i figli anche nati fuori dal matrimonio. La differenza tra figli legittimi e naturali che esisteva in passato è stata definitivamente superata e oggi tutti i figli sono uguali davanti alla legge. L’assenza o la scarsa presenza di un genitore può causare danni di cui si può chiedere il risarcimento in tribunale.

Come è cambiata la famiglia? Il principio di uguaglianza all’interno della coppia

Secondo l’articolo 3 della Costituzione,  “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. I bisogni, i desideri e le decisioni di un partner hanno lo stesso valore di quelle dell’altro. La donna e l’uomo hanno pari diritti e pari dignità, sia dentro che fuori la coppia. Nonostante ciò, ancora oggi purtroppo si verificano abusi e violenze all’interno della famiglia e, nella maggioranza dei casi, le donne sono vittime dei propri partner.

Potrebbe interessarti anche:

Ultimi articoli

Mantenimento dei figli: come funziona?

Mantenere un figlio significa aiutarlo a realizzare se stesso. Mantenimento significa anche prendersi cura delle sue esigenze di crescita e di...

L’assegnazione della casa familiare quando ci sono figli

Dopo la separazione, l'assegnazione della casa familiare viene disposta tenendo conto dell'interesse della prole e, per questo motivo, generalmente spetta al genitore...

Genitori dello stesso sesso: opinioni a confronto

Perchè le coppie formate da persone dello stesso sesso non possono avere figli? Il benessere di un bambino e la sua felicità...

Categorie più visitate